La principale differenza tra i contratti di appalto e le concessioni riguarda il regime normativo che è più semplificato nei contratti di concessione.
La motivazione, in linea teorica, è che l’investimento pubblico dovrebbe essere molto limitato, a fronte invece di un impegno rilevante del privato.
Nella realtà la motivazione è da ricercare nella capacità da parte della pubblica amministrazione di definire gli standard di qualità ritenuti fondamentali per i cittadini, allo scopo di permettere ai privati l’elaborazione del piano economico-finanziario di sostenibilità.
Un’altra differenza risiede nell’assunzione del rischio economico. Siamo in presenza di un contratto di concessione quando il privato si assume il rischio economico sulla gestione dei servizi, in questo caso egli dovrà farsi carico della riscossione del canone o della tariffa richiesta all’utenza.
Per converso siamo in presenza di un contratto di appalto quando l´onere del servizio ricade sull´Amministrazione.

Per maggiori informazioni: Cons. Stato, VI, 4 settembre 2012, n. 4682, cit.; id, V, 6 giugno 2011, n. 3377.

La Credit Spa è specializzata nel fornire consulenze a favore di soggetti privati, enti pubblici e società miste, per la valutazione di fattibilità del progetto in project financing e del relativo business plan, per l’assistenza ai fini del rilascio di asseverazioni bancarie e dichiarazioni di preliminare coinvolgimento, oltre che di cauzioni e finanziamenti.